I nostri beni confiscati

Il Terreno

Il Consorzio Sole, l'organizzazione che gestisce i beni confiscati alle mafie in provincia di Napoli, ha affidato un'area incolta di circa un ettaro alla Coop Siani. Trasformare quella selva oscura in un simbolo della rinascita sociale della città-anticamorra sembrava impossibile. Nel giro di qualche mese, da quel terreno inerte sboccia un fiore o, meglio, un pomodoro. Una coltivazione figlia del binomio, sempre vincente, "qualità e legalità". Dalla passione e dal tanto impegno nasce così il Pizzino Vesuviano, della varietà "Riccia San Vito", una delle più saporite e corpose della famiglia. I Pomodorini rossi e gialli (Giagiù) vengono distribuiti freschi nel periodo della raccolta, da luglio a settembre, e poi in conserva nel tradizionale metodo della "pacchetella" filetti o al naturale in acqua e sale.